Museo della Collegiata |
8
home,page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-8,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-theme-ver-16.4,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
“L’isola di Toscana in Lombardia”: è la celebre definizione data da Gabriele d’Annunzio a Castiglione Olona, borgo che conserva ancora oggi il sapore di un prezioso scrigno quattrocentesco. Di origine tardoromana, fu riplasmato tra 1421 e 1441 secondo il modello delle città ideali del Rinascimento, per volere del cardinale Branda Castiglioni, uno degli uomini più insigni della sua epoca, cultore delle arti e grande diplomatico, uomo di fiducia di diversi papi e dell’Imperatore Sigismondo di Ungheria.
Il più importante monumento voluto da Branda è la Collegiata, che sorge sul colle più alto del borgo, sul sito dell’antico castello di Castiglione, di cui è ancora visibile l’antico portale di ingresso.

Il complesso museale comprende la Chiesa e il Battistero, affrescati da Masolino da Panicale, artista fiorentino tra i più grandi mediatori della straordinaria epoca di passaggio dal Gotico Internazionale al Rinascimento. Insieme al senese Lorenzo di Pietro detto il Vecchietta e al fiorentino Paolo Schiavo, attivi al suo fianco nell’abside della Collegiata, Masolino ha lasciato a Castiglione il suo capolavoro: il ciclo affrescato del Battistero

ll ciclo affrescato del Battistero, con la sua suggestiva mescolanza di paesaggi e architetture, storia religiosa e attualità rinascimentale, amalgamate dalla limpida atmosfera caratteristica di Masolino, rende la cappella, dipinta in ogni centimetro, una delle vette artistiche del primo Rinascimento italiano.

Completa la visita il Museo, riallestito nel 2013 secondo moderni criteri espositivi, con dipinti, manoscritti, oreficerie, sculture. Il giardino, un tempo occupato da un grandioso chiostro, regala momenti di bellezza non solo naturalistica, offrendo incantevoli prospettive sulla Collegiata e il suo campanile.

LA CISTERNA DEL CASTELLO

VISITE ARCHEOLOGICHE SOTTO AI TIGLI

Mercoledì 21 / Giovedì 22 / Venerdì 23 / Sabato 24 / Domenica 25 luglio (ore 15.30)

 

Visite per raccontare le recenti indagini archeologiche e le novità emerse dallo scavo: la cisterna quattrocentesca del castello, ricostruito seicento anni fa per volontà del cardinale Branda Castiglioni. L’eccezionalità del ritrovamento consiste nella perfetta coincidenza con quanto testimoniato da Francesco Pizolpasso, futuro arcivescovo di Milano, ospite del cardinale alla fine del 1431.

Al termine della chiacchierata a tema archeologico i partecipanti che lo desiderano potranno essere guidati nella visita al complesso monumentale.

 

Le visite verranno effettuate presso lo scavo, in giardino, all’ombra di rigogliosi tigli; saranno sospese in caso di condizioni meteo avverse.

Non occorre prenotazione.

Ritrovo presso la biglietteria del Museo (6 € ingresso intero; 4 € ingresso ridotto; ingresso gratuito castiglionesi).

ORARI APERTURA MUSEO

ORARIO

Mercoledì – Domenica 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.00

Ultimo ingresso mezz’ora prima della chiusura

Lunedì e martedì chiuso

Martedì per i gruppi possibilità di apertura straordinaria per una visita esclusiva e in tutta sicurezza, perché in assenza di ulteriore pubblico.

 

ACCESSO

Tutti i giorni accesso senza prenotazione.

Prenotazione obbligatoria solo per gruppi (> 10 persone), preferibilmente via mail didattica@museocollegiata.it.

Il Complesso ospita contemporaneamente max 30 persone (in Battistero max 5 persone e 10 minuti di permanenza).

Eventuali attese sono gestite dal personale del Museo in spazi all’aperto.

OBBLIGHI: non accedere con temperatura uguale o superiore a 37,5 °; indossare sempre la mascherina; rispettare la distanza interpersonale di almeno 1,5 metri.

SESTO CENTENARIO DELLA COLLEGIATA

Verso il 2022, nel segno del cardinale Branda Castiglioni

 

Il 7 gennaio 1422 papa Martino V indirizzò al cardinale Branda Castiglioni la bolla con la concessione di istituire la Collegiata di Castiglione Olona: fu l’inizio di un cammino che, in poco più di tre anni, portò alla consacrazione della chiesa il 25 marzo 1425.

 

Per questa ragione nel 2021 ci prepareremo a festeggiare il sesto centenario della Collegiata: da gennaio sui social del Museo della Collegiata, il 7 di ogni mese, saranno pubblicati brevi approfondimenti riguardo allo storico compleanno e sarà data qualche anticipazione sulle iniziative che dal 2022 al 2025, a più livelli, celebreranno gli anni di intensi lavori che portarono alla nascita della Collegiata.

 

Le pubblicazioni hanno iniziato con il logo che ci accompagnerà per questo anniversario: in esso compare la stilizzazione del copricapo cardinalizio che è scolpito sul fonte battesimale in Battistero, cuore del complesso, opera realizzata all’epoca del Branda da maestri caronesi. Il motto, invece, è tratto dal curriculum vitae del cardinale, eccezionale documento che nel 1935 fu trovato intatto nel suo sepolcro, ove si legge “edificavit unacum castro”: egli fece costruire la Collegiata insieme al castello, di fondazione ben più antica e allora in rovina, dando vita a un complesso monumentale al quale in seguito l’arte di Masolino da Panicale diede grande fama.

Prosegue il piano biennale COLLEGIATA TERRA CIELO, grazie al contributo di Fondazione Cariplo.Il progetto è entrato nella fase significativa di attività diagnostica, di cui è un’anteprima il video CONOSCERE PER CURARE, disponibile sul canale YouTube del Museo: https://youtu.be/M5r6snPn4eY.

Tanti gli attori coinvolti in un gruppo di lavoro multidisciplinare: la pianificazione diagnostica e il coordinamento tecnico sono affidati a Semarchitettura (Arch. Matteo Scaltritti e Arch. Lorena Bauce); i calcoli strutturali e la valutazione del rischio sismico sono condotte da Studio Aceti (Ing. Riccardo Aceti) con il supporto tecnico di Centro Prove Materiali s.r.l. (Ing. Giuseppe Palombella) per il monitoraggio strutturale, le prove ad ultrasuoni e MASW. Prosegue l’attività di valutazione del rischio determinato dall’esposizione agli agenti atmosferici e, più in generale, alle condizioni climatiche del territorio, grazie alla collaborazione con il Centro Geofisico Prealpino (Dott. Paolo Valisa).

Il progetto è stato realizzato con il contributo di Fondazione Cariplo impegnata nel sostegno e nella promozione di progetti di utilità sociale legati al settore dell’arte e cultura, dell’ambiente, dei servizi alla persona e della ricerca scientifica. Ogni anno vengono realizzati più di 1000 progetti per un valore di circa 150 milioni di euro a stagione. Fondazione Cariplo ha lanciato 4 programmi intersettoriali che portano in sé i valori fondamentali della filantropia di Cariplo: innovazione, attenzione alle categorie sociali fragili, opportunità per i giovani, welfare per tutti. Questi 4 programmi ad alto impatto sociale sono: Cariplo Factory, AttivAree, Lacittàintorno, Cariplo Social Innovation. Non un semplice mecenate, ma il motore di idee. Ulteriori informazioni sul sito www.fondazionecariplo.it
#conFondazioneCariplo

Nuovo libro

60 PASSI NELL’ARTE A CASTIGLIONE OLONA

Appunti di bellezza per tempi difficili

Volume che, in elegante veste grafica full color, riunisce i 60 (+1) pensieri con immagini che hanno voluto vestire di bellezza i difficili giorni di una quarantena prolungata (pp. 128, Grossi Edizioni). Autrice dei testi è Laura Marazzi, conservatrice del Museo. Tra le fotografie, che a tutta pagina accompagnano ogni passo, spiccano i numerosi scatti d’autore di Franco Canziani.

 

Per tutta l’estate il libro sarà disponibile presso la biglietteria del Museo al prezzo promozionale di 10 €. È anche possibile l’acquisto dal sito dell’editore www.libreriagrossi.it/shop.

UNA PRIMA MONDIALE

DOCUMENTARIO CINESE SUL BATTISTERO

Nel 2019 il Museo accolse la troupe della TV cinese Youku per la realizzazione di un documentario che nel 2020 ha finalmente visto la luce.

 

A Masolino è stata dedicata un’intera puntata, nell’ambito della serie Local Perspective: mezz’ora riservata alla Cappella Brancacci a Firenze e alla Cappella dei SS. Ambrogio e Caterina in San Clemente a Roma, ma soprattutto incentrata sulle ultime opere di Masolino, gli affreschi di Castiglione Olona.

 

Conduttore d’eccezione il professore Chen Danqing, famoso pittore, scrittore e critico d’arte cinese. Diplomato all’Accademia di Belle Arti di Pechino e insegnante per alcuni anni presso l’Accademia di Belle Arti Tsinghua, Chen Danqing è personalità di grande popolarità, non solo entro i confini nazionali.

La serie è a disposizione su YouTube, con audio originale cinese e sottotitoli in inglese.

Guarda la puntata con Masolino protagonista: https://youtu.be/j-WgPU9cVbI.

Testimonials

Orario visite

ORARI

Mercoledì – Domenica 10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.00

Ultimo ingresso mezz’ora prima della chiusura

Lunedì e martedì chiuso

Martedì per i gruppi possibilità di apertura straordinaria per una visita esclusiva e in tutta sicurezza, perché in assenza di ulteriore pubblico.

(prima domenica del mese orario continuato 10.00 – 18.00)

 

ORARIO INVERNALE (1 ottobre – 31 marzo)
Da martedì a sabato
9.30 – 12.30 / 14.30 – 17.30

ORARIO ESTIVO (1 aprile – 30 settembre)
Da martedì a sabato
10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.00

Domenica e festivi (tutto l’anno)
10.00 – 13.00 / 15.00 – 18.00

Prima domenica del mese
Orario continuato 10.00 – 18.00

Lunedì chiuso

 

Ultimo ingresso: mezz’ora prima della chiusura

Aperture straordinarie su prenotazione

Biglietti

L’ingresso al museo costa 6 euro.

Ingresso ridotto per gruppi 4 euro.

Informazioni e prenotazioni:

tel. 0331 858903
e-mail: info@museocollegiata.it